martedì 24 novembre 2009

HO PERSO IL MIO BAMBINO A 15 SETTIMANE

Il giorno 20 novembre a 15 settimane + 3 giorni, ho eseguito la visita di controllo e ho scoperto che non c'era il battito del mio piccolo. Inutile la corsa in ospedale, eseguita un'ecografia, diagnosticato "aborto interno" , "bisogna intervenire subito" diceva il primario, io con gli occhi pieni di lacrime e con un senso di confusione e incredulità lo ascoltavo ma non volevo credere che tutto questo stesse capitando proprio a me, "dobbiamo fare un mini parto"....diceva... io non capivo ma sarebbero bastate poche ore per realizzare l'incubo in cui ero entrata.
Mio marito in trasferta dall'altra parte del mondo, mia figlia di 19 mesi a casa con la nonna...avevo giusto il tempo di tornare a casa e preparare la borsa per rientrare all'inferno.
Con un'induzione cominciata alle 15 ho partorito il mio bimbo morto all'1 di notte dopo 4 ore di travaglio, poi sono stata sottoposta ad un raschiamento con anestesia totale. Il mattino alle 10 ero già a casa dalla mia bambina, ero ancora sconvolta dall'accaduto, incapace di accettare che nel giro di 24 ore tutto era finito, il mio bimbo non c'era più, non c'è più, ancora non mi sembra vero, "influenza...forse la A" diceva la Dottoressa, fra 20 giorni l'esito dell'esame istologico potrà in qualche modo fare chiarezza sull'accaduto (spero). Intanto mi faccio forza e guardo avanti.
Comunque era un maschietto... :-(((((

giovedì 19 novembre 2009

ESEGUITO BI-TEST ULTRASCREEN A 11 SETTIMANE

E' gia passato un mese, ho eseguito l'esame del bi-test , translucenza nucale e prelievo del sangue, dopo una lunga settimana di attesa il test ha dato un buon risultato cioè "basso rischio", per chi non lo sapesse questo esame non essendo invasivo non da la certezza al 100% del risultato, solo nel caso ci fossero dei risultati abbastanza preoccupanti viene consigliato di eseguire l'amniocentesi (invasiva).
"Il “bitest” può essere effettuato tra la 10a e la 14a settimana di gravidanza e consiste nel dosaggio di due proteine (Free Beta-HCG e PAPP-A) a partire da un semplice prelievo di sangue; i valori di questi dosaggi, insieme ad un parametro ecografico (la cosiddetta translucenza nucale) vengono confrontati con quelli delle cosiddette mediane di riferimento. Il risultato è un indice di rischio espresso come percentuale o frazione (ad esempio 1/1.500): quando questo valore è inferiore rispetto al valore soglia che il laboratorio fornisce (solitamente 1/250) l'esame viene considerato negativo. Valori superiori al valore soglia sono invece considerati positivi e suggeriscono il ricorso all'amniocentesi. Questo test consente di identificare l'85% dei feti affetti da trisomia 21 con il 5% di falsi positivi (campioni cioè che vengono individuati come patologici ma in realtà non lo sono): un'ottima performance, considerando che si tratta di un esame non invasivo che si realizza con un semplice prelievo di sangue" da www.gravidanzaonline.it
Fortunatamente non è stato il mio caso. Comunque è stato bello vedere il bimbo\a già formato e poi mi hanno lasciato anche il dvd così posso riguardarmelo...
Purtroppo per scoprire il sesso non stata possibilità perchè a 11 settimane non si vedeva ancora nulla. Diciamo che non ci ha neanche provato il Dottore, disse che sarebbe stato inutile, anche una settimana in più avrebbe fatto la differenza, quindi per chi volesse saperlo, prendete l'appuntamento almeno alla 12°!
La prossima ecografia, la morfologica sarà il giorno 21. Allora sapremo.
Vi aggiornerò!
ciao a tutti

mercoledì 30 settembre 2009

PRIMA ECOGRAFIA IN GRAVIDANZA

Mercoledì prossimo avrò la mia prima ecografia di questa gravidanza, sarò a 9 settimane + 6 giorni, incredibile attesa!

Per questa gravidanza ho deciso di farmi seguire dalla ginecologa del consultorio familiare e come tutti sanno le attese per le eco sono molto lunghe.

Ho deciso di non farmi seguire privatamente (come ho fatto nella precedente gravidanza) perché non ne ho tratto alcun vantaggio...tanto vale...

Mio marito non ci sarà perché è in trasferta per lavoro, verrà con me una mia cara amica...
vi farò sapere...

RIMEDI ALLA NAUSEA IN GRAVIDANZA

Grazie per i consigli per risolvere o meglio migliorare le mie nausee tremende, devo dire che la coca cola dà abbastanza sollievo anche se il continuo digerire ha trasformato casa mia in un bar da camionisti.... comunque anche i braccialetti anti-nausea acquistati in farmacia sembrano funzionare! Non posso assolutamente dire di aver risolto il problema ma comunque va un meglio ed è già un grande sucGrassettocesso visto come stavo fino a ieri...vi ringrazio!Mi interesserebbe sapere se qualcuna ha utilizzato lo zenzero sotto forma di tè o biscotti e se ha funzionato..ne ho lette di tutti i colori...Attendo ancora altri consigli per chi ne ha... non esitate a lasciare un commento!
poi scriverò un post con l'elenco di tutti i vostri rimedi!
vi terrò aggiornate...

martedì 29 settembre 2009

NAUSEA IN GRAVIDANZA: CHE FARE!

Aiutooooo!!! Sto malissimo! La nausea di questa gravidanza va sempre peggio, sono alla 8 +5 quindi nel pieno... ma con l'altra gravidanza non sono stata così male, passo intere giornate a non mangiare e comunque sto male, se assaggio qualcosa mi rimane sullo stomaco e la cosa più tremenda e che questa situazione dura tutto il giorno e anche la notte!Praticamente dormo seduta. In più sto dimagrendo... non mi va niente, all'inizio mi mangiavo qualche crakers o solo un po di pane, ora faccio fatica anche con quelli, credo che dovrò prendere degli integratori. Ora chiamo la ginecologa e sentiamo che mi dice....
...Sforzarsi di mangiare qualcosa almeno ogni 2 ore, soprattutto carboidrati e zuccheri, una fetta biscottata con la marmellata, un pezzo di pane.... devo sforzarmi altrimenti mi ha detto che C'è la possibilità di essere ricoverata se perdo troppo peso... questo non deve succedere, mi ha dato l'ok per integratori specifici. Speriamo bene....

martedì 15 settembre 2009

SONO INCINTA!

Ciao a tutti, grazie per i tanti commenti!
Abbiamo provato a cercare il bebè ad agosto ed è arrivato subito! Siamo davvero fortunati!
Devo dire però che il calcolo del post di prima non l'ho molto rispettato, diciamo che l'ho fatto nei giorni fertili ma non il giorno preciso dell'ovulazione perché è stata molto dolorosa e mi ha parecchio indisposta (a proposito mi chiedo se il dolore può essere indice di una doppia ovulazione???rispondete se lo sapete!!!).
Quindi potrebbe essere ancora una bimba ma non importa, l'importante è che stia bene.... è retorica lo so ma è la santa verità!
domani ho l'incontro con l'ostetrica che mi prescriverà i primi esami e la prima ecografia, intanto a destra ho inserito la simulazione della crescita del fagiolino...
allora......fatemi gli auguri!!!!!!!!!!!!
ciao a tutti

giovedì 25 giugno 2009

SECONDO FIGLIO: tentativo di concepire un maschio

Grazie a tutte per i preziosissimi consigli, ho riflettuto molto e ho deciso..... di aspettare qualche mese.
Quando cercherò vi terrò aggiornate... anche per scoprire insieme a tutte voi l'esito di un tentativo:
voglio provare a concepire un maschio, potrà sembrarvi assurdo ma non lo è:

Sembrerebbe che la scelta del giorno in cui si hanno rapporti possa determinare il sesso del nascituro. Se programmi il rapporto sessuale nel periodo prima dell'ovulazione il bambino sarà maschio, se lo programmi dopo sarà femmina.
In particolare: se si desidera concepire un maschio, i rapporti devono coincidere con il giorno dell’ovulazione, per favorire gli spermatozoi Y, più veloci ma meno resistenti. Se si vuole concepire una femmina, bisognerebbe fare l’amore due o tre giorni prima dell’ovulazione per avvantaggiare gli spermatozoi X che essendo più resistenti degli altri hanno più probabilità di essere ancora vitali quando l’ovulo viene rilasciato.

Certo che se anche fosse femmina non è un problema, l'importante è che stia bene...ma se possiamo fare un tentativo perchè no?

fatemi sapere cosa ne pensate, vi ringrazio in anticipo per i commenti...

A presto...

giovedì 28 maggio 2009

SECONDO FIGLIO: QUANTO ASPETTARE

Non sono sparita, chiedo scusa se non sono riuscita a rispondere a qualcuno e sopratutto a Linda per non aver ricambiato il suo premio, scusa Linda, ti ringrazio con un vergognoso ritardo, i miei accessi sono stati volanti e inconclusivi, è stato un periodo frenetico, sono spesso sola, mio marito dall'altra parte del mondo, la mia bimba sta mettendo i dentini, notti in bianco, voglia di fare mille cose, capacità di concluderne zero.... tra i vari pensieri..un altro bimbo!
Ora la mia pulce ha 13 mesi e mezzo e io continuo a desiderare un altro bimbo, ci sono due correnti di pensiero...una mi dice che devo aspettare assolutamente perchè fra poco ricomincerò a rilassarmi un pò...l'altra mi dice che faccio bene a farli vicini.
Io credo che sia bello che 2 fratelli possano crescere insieme, poi visto che si sveglia ancora di notte...sveglia per una ...sveglia per 2 NO???
Bè..io sono abbastanza convinta ma mi piacerebbe avere anche degli altri pareri...mia madre è perplessa... io sono a casa, ho perso il lavoro e faccio la mamma a tempo pieno, è anche per questo che ci penso...

domenica 26 aprile 2009

RICETTA DELLA PIZZA

PIZZA CON SALSICCIA E RICOTTA


Tutte le settimane preparo la pizza, buonissima, un rito gustoso e festoso, no pizza no party,
mettete la birra in fresco e seguite la mia ricetta.

INGREDIENTI(PER 2 PERSONE):
-500G DI FARINA 0(zero) DI GRANO TENERO
-MEZZO PANETTINO DI LIEVITO FRESCO(12G)
-250ML DI ACQUA TIEPIDA
-UN CUCCHIAINO RASO DI SALE
-PASSATA DI POMODORO
-MOZZARELLA PER PIZZA
-ORGANO
-I VOSTRI CONDIMENTI PREFERITI

PER 4 PERSONE RADDOPPIATE ESATTAMENTE LE QUANTITÀ'


Sciogliete il lievito nell'acqua tiepida con le dita, assicurandovi
che sia completamente sciolto.
In un contenitore abbastanza grande versate la farina e il sale , create con le mani un buco nel centro e versatevi l'acqua e lievito incorporando con le mani la farina man mano che versate, l'aspetto iniziale sarà pessimo e tutto appiccicaticcio, avrete le mani tutte incollate ma è normale così, dopo una prima impastata, potete pulirvi le mani(lavandole energicamente) infarinarle e continuare ad impastare, se avete un'impastatrice seguite i tempi consigliati,
a mano dovete impastare per circa 10 minuti, ottenendo un impasto liscio omogeneo.

(notate differenza tra foto sinistra e destra)

Sbattete lanciando nel contenitore la palla di pasta almeno 5 volte.
Avvolgete il contenitore con una tovaglia. Lasciate riposare per 1,5/2 ore.

Stendete la pasta sulle teglie unte con dell'olio, (ungetevi anche le mani), più pasta se vi piace alta, meno pasta bella tirata se vi piace sottile. Considerate che in cottura crescerà ancora un pochino.
Preparate in una scodella della passata di pomodoro con un pizzico di origano e un pizzico di sale.
Usate il sugo per condire la pizza e mettetela in foro caldo a 220°-250° (come altezza a metà) SENZA FORMAGGIO SOLO CON IL SUGO



Dopo 7-8 minuti (dipende molto dal forno)quando il pomodoro si è un asciugato e vedete il bordo della pizza dorato tiratela fuori e mettigli il formaggio precedentemente tagliuzzato finemente e i condimenti preferiti,

Nella foto in alto la mia esclusiva pizza con MOZZARELLA, SALCICCIA, RICOTTA,

Se volete fare questa pizza non occorre cuocere la salciccia prima, fatene dei piccoli pezzettini con le mani (togliete la pelle) e distribuitili sulla pizza con dei fiocchi di ricotta (sempre un pochino stemperata con le mani)e la mozzarella.
Ottima anche la mia super pizza MOZZARELLA CARCIOFINI E TONNO, ovviamente i carciofini sono quelli fatti da me (la ricetta la trovate cliccando qui)




























venerdì 17 aprile 2009

MELANZANE SOTT'OLIO



Una mia esclusiva ricetta, tramandata da mia nonna, le mitiche melanzane sott'olio.

Senza cottura senza odore di aceto in casa


INGREDIENTI:


MELANZANE ALMENO 4 (PER 1 VASETTO)

1 LIT DI ACETO BIANCO

SALE GROSSO (UN BICCHIERE)

2 SPICCHI DI AGLIO

ORIGANO

ALLORO (FACOLTATIVO)

PEPERONCINO (FACOLTATIVO)

OLIO D'OLIVA

VASETTO DI VETRO

SALE

1SCOLAPASTA

1PENTOLA

1 PIATTO TONDO


Private le melanzane delle estremità, tagliatele in due e con un coltello ben affilato tagliate via tutta la buccia, tagliatele a fette spesse circa 1 cm e poi a filetti sempre di circa un cm,(come foto).
Man mano che sono tagliate adagiatele in un colapasta appoggiato su un contenitore.

Adesso è il momento di aggiungere il sale, versatelo sulle melanzane e giratele con le mani, assicuratevi che il sale arrivi su tutte, se ne fate tante dovrete mettere molto più di un bicchiere! Vedrete che lasceranno subito andare dell'acqua.
Assicuratevi che il sotto dello scolapasta no rimanga a contatto ravvicinato del contenitore dove è appoggiato perché rischiate che l'acqua venga a contatto con le melanzane, mettete un piccolo contenitore di plastica per sopraelevare lo scolapasta.(quello arancione nella foto)
Coprite le melanzane con un piattino tondo facendo attenzione che non tocchi i bordi dello scolapasta(altrimenti non fa pressione), sopra al piatto appoggiate una pentola piena d'acqua per esercitare pressione. Lasciate almeno 10 ore. L'ideale è farle alla sera così al mattino concludete.



Passato il periodo sotto pressione, strizzatele manualmente cercando di togliere l'ultima acqua rimasta, vedrete che di sale non ce più (anche se c'è lasciatelo).
Una volta strizzate bene prendete mettetele in un contenitore e riempitelo di aceto fino a coprirle completamente, coprite e lasciate riposare dalle 2 alle 3 ore (se le volete belle acetose 3 ore)
Passato questo tempo, strizzatele bene manualmente per più volte. Rimettetele in un contenitore e conditele con origano, aglio, peperoncino, alloro, e olio. Mescolatele e mettetele in un vasetto schiacciandole bene. Versate l'olio fino a coprirle completamente.
L'ideale è aspettare almeno 1 settimana, io personalmente me le mangio anche il giorno stesso, se le tenete in frigo sono ancora più buone!(è solo una preferenza)

Buon appetito!












sabato 11 aprile 2009

PREPARARE LO YOGURT IN CASA SENZA YOGURTIERA

Lo yogurt fatto in casa, senza yogurtiera, semplice ed economico, una volta pronto potete in una parte aggiungere il cioccolato sbriciolato per fare un gustoso yogurt stracciatella come nella foto!
Ricordatevi di avanzarne un cucchiaio per rifarlo la volta dopo, ogni volta sarà sempre più buono!

Ingredienti:
  • 3/4 di litro di latte intero di vacca, fresco e pastorizzato

  • 1 cucchiaio di Yogurt intero, denso e naturale(deve avere fermenti lattici vivi)
  • 1 vaso di vetro da 1 litro con relativo tappo a chiusura ermetica

  • 1 pentolino con capacità 1,5 litri circa

  • 1 panno (meglio se di lana)

  • 1 cesto di vimini (non indispensabile)

    Modalità di preparazione
    Versare il latte nel pentolino e portare il tutto a temperatura di ebollizione.
    Continuare l'ebollizione a fuoco lento per un tempo di 5-10 minuti.
    Versare il latte nel vaso di vetro.
    Attendere alcuni minuti finché non compare un sottile strato di panna sulla superficie del latte ora intiepidito.
    Introdurre un cucchiaio di Yogurt naturale nel latte contenuto nel vaso, facendo attenzione a non rompere troppo lo strato di panna superficiale (si consiglia di introdurre lo Yogurt nelle vicinanze del bordo del recipiente-vedi foto a sinistra)).
    Avvolgere il panno attorno al vaso ricoprendolo completamente (non usare il tappo).
    Porre il vaso così avvolto nelle immediate vicinanze di una fonte di calore costante (ad esempio in un cestino di vimini posto sopra o nelle vicinanze di un calorifero).
    Lasciare fermentare per un tempo medio compreso tra le 12 e le 24 ore (a seconda della densità dello Yogurt desiderata).
    Tappare il vaso e riporlo in frigorifero a temperatura di 4-10 gradi C.
    Consumare il prodotto entro e non oltre una settimana.
    Il tempo di fermentazione deve essere almeno di 12 ore con una fonte di calore non eccessiva ma costante.


Personalmente lo metto avvolto in una copertina di lana sopra una LAMPADA (IKEA) IN PLASTICA comprata a 2,99€ per 12 ore e non di più. Il risultato lo vedete nell'ultima foto, bello compatto e buonissimo anche da solo o con un po di miele per i più golosi.

Trascorso questo periodo di tempo minimo lo Yogurt sarà già diventato attivo ma avrà mantenuto una certa fluidità. Per ottenere un prodotto più compatto prolungare il periodo di fermentazione fino a un massimo di 24 ore. In condizioni di fonte calorica tenue o instabile si può prolungare ulteriormente il processo fermentativo fino ad un massimo di 36-48 ore. A fermentazione ultimata tappare il vaso e riporlo in frigorifero a temperatura di 4-10 gradi C.

E' meglio usare sempre tempi di fermentazione relativamente brevi (12-24 ore), infatti con tempi più prolungati aumentano i rischi di contaminazione batterica del preparato.



venerdì 10 aprile 2009

Torta Pasqualina


La Pasqua è alle porte e a tavola non può mancare la torta Pasqualina, a dire il vero io la faccio tutto l'anno!

Ingredienti semplici gustosi e genuini, ne esistono diverse varianti: agli spinaci, alle bietoline, ai carciofi.
Questa volta l'ho fatta alle bietoline. Vediamo gli ingredienti:
INGREDIENTI :
  • 400G DI BIETOLINE
  • 2 UOVA

  • 300G DI RICOTTA

  • FORMAGGIO GRATTUGIATO

  • FORMAGGIO TIPO FONTINA A PEZZETTI O SOTTILETTE
  • 1 ROTOLO DI PASTA SFOGLIA
  • PROSCIUTTO O WURSTEL A PEZZETTI(FACOLTATIVO)
  • SALE
In un recipiente unite le bietoline (precedentemente sbollentate in acqua leggermente salata) strizzate la ricotta, 2 uova, 5 cucchiai di formaggio grattugiato, un pizzico di sale, per fare presto potete usare il mixerino altrimenti tagliuzzate prima la verdura e mescolate il tutto con una forchetta.


In questo caso io ho usato il mixer. Se usate la forchetta comunque è meglio perchè l'impasto resta un più "grezzo" e il risultato è migliore. Una volta reso il tutto omogeneo unite i cubetti di prosciutto o pezzetti di wrustel e i pezzetti di formaggio, mescolate ancora.

In una teglia stendete la pasta sfoglia lasciandola direttamente nella sua carta da forno in cui è confezionata (tagliate il bordo di carta in eccesso)Versatevi l'impasto. In questo caso io ho solamente chiuso un i bordi ma l'ideale è ritagliare delle strisce di pasta sfoglia e appoggiarle sopra l'impasto (tipo crostata)Nella foto non è pasta sfoglia ma sottiletta!
Preriscaldate il forno a 180° ed infornate per 25 minuti circa, quando sarà ben dorata è pronta.

E' buona calda ma anche fredda è gustosissima, io la do anche alla mia bimba di 1 anno che la mangia volentieri(senza wrustel chiaramente).
A volte la faccio anche tutta chiusa, quindi concentro l'impasto nel mezzo della teglia e chiudo la pasta sfoglia a portafoglio, tipo saccottino, così viene più alta.
Potete fare le varianti di spinaci e carciofi con la stessa base.
Se volete altri consigli chiedete pure!
Buon appetito!

giovedì 2 aprile 2009

CARCIOFINI SOTT'OLIO




E' tempo di conserve, e come ogni anno, ho preparato i miei mitici carciofini sott'olio.


Questi sono i giorni giusti per acquistarli nei migliori banchi di mercato, il prezzo può variare intorno ai 2,50€ al kg. Se volete farne almeno 6 vasetti ne occorrono 4 kg.





Di seguito vi svelerò la mia ricetta accompagnata da foto:

Ingredienti per 6 vasetti circa:
  • 4 kg di carciofini
  • 1 lt di aceto di vino bianco
  • origano
  • 1 limone
  • 4 spicchi di aglio
  • sale
  • olio
  • vasetti in vetro precedentemente bolliti
  • guanti usa getta
Per prima cosa indossate i guanti usa e getta, anche 2 paia per mano(perchè pungono e perchè fanno diventare le mani nere!!!)preparate un contenitore (abbastanza ampio)con dell'acqua (metà del contenitore) e spremetevi il limone. Questo servirà a contenere i carciofi appena puliti e a non farli diventare neri.




Procedete con la pulizia dei carciofi partendo dal taglio della testa (come in foto) e poi della base, (se state attente non vi pungerete ve lo garantisco)poi togliete le foglie più dure intorno.

Tagliate a metà il cuore del carciofo e immergetelo nell'acqua e limone precedentemente preparata.

Intanto prendete una pentola e versatevi 1lit di aceto e 500ml di acqua, una presina di sale e portate ad ebollizione, CONSIGLIO TENETE CHIUSA LA PORTA DELLA CUCINA, ATTIVATE LA VENTOLA DELLA CAPPA E LASCIATE UN PO APERTA LA FINESTRA, per evitare l'odore di aceto fortissimo!

Non dovete bollirli tutti insieme, diciamo che devono essere belli larghi nella pentola. Su 4 k diciamo che ne verranno 3 mandate di cottura circa.
Fateli cuocere per 5 minuti, poi tirateli su con una palettina bucherellata.
Lasciateli scolare qualche istante in un colapasta con sotto un contenitore (per evitare di gocciolare)poi preparate una tovaglia o un canovaccio pulito su una superficie piana e disponete i carciofi in modo da farli raffreddare completamente e da far evaporare l'acqua in eccesso.







In un contenitore preparate un trito di aglio, rosmarino, salvia, olio, mettete i carciofi raffreddati e mescolate.

Prendete i vasetti e iniziate a riempirli, schiacciando

un po a metà vasetto e un po alla fine (non schiacciate troppo perchè se si alzano ed escono dall'olio non va bene perchè potrebbero ammuffire!)


Una volta riempiti, mettete sopra ai carciofi una foglia di alloro per vasetto, l'aglio che sarà rimasto sul fondo del contenitore, (se vi piace l'aglio potete metterne anche di più oppure anche un peperoncino intero o a pezzetti sempre sopra).

Una volta disposti gli odori, riempire il vasetto con l'olio d'oliva.

Aspettate qualche minuto prima di chiudere il vasetto perchè se si alzano un po i carciofini potrete mettere ancora un po di olio.

Una volta chiusi è inutile dire che lasciarli qualche giorno sarebbe l'ideale per gustarli al meglio, sono così buoni anche mangiati subito che sono irresistibili!

Quando li avrete finiti l'olio rimasto nel vasetto lo potrete utilizzare per condire le insalate...è buonissimo!!!

Buon appetito!

martedì 31 marzo 2009

GNOCCHI AGLI SPINACI CON CREMA DI FUNGHI AL GRATIN



Ricetta piacentina, gustosissima e raffinata, da provare! Sono i bocconcini di ricotta e spinaci con crema di funghi al forno.

INGREDIENTI PER 4 PERSONE:

  • 250g di ricotta
  • 1 manciata di spinaci cotti e strizzati
  • 1 uovo
  • 4 cucchiai di farina
  • grana grattugiato
  • funghi champignon, porcini o misti

  • 1 bicchiere di latte o in alternativa 1 conf. di panna da cucina

  • 1 pezzetto di burro

  • noce moscata (facoltativa)
  • sale
in un recipiente unite la ricotta, gli spinaci, l'uovo, il formaggio e la farina.


Lavorate bene con una forchetta fino ad ottenere un impasto omogeneo ma non troppo liscio come nella foto. Aggiungete un pizzico di sale e se gradite un pizzico di noce moscata.



In una pentola portate a bollore dell'acqua salata (come per cuocere normalmente).


Intanto in una padella fate rosolare i funghi con un po di burro, aggiungete il latte (io li faccio con il latte perchè risultano più leggeri, stasera li ha mangiati anche mia figlia che ha 11 mesi...)o la panna(o uno o l'altro...)salate e lasciate cuocere con un coperchio per 10 minuti. Il condimento deve restare liquido!



Questi gnocchi vanno messi in acqua man mano che vengono fatti.

Si creano con 2 cucchiai e non con le mani perchè l'impasto è molto morbido.
Quindi prendete 2 cucchiai e passando un po' d'impasto tra un cucchiaio e l'altro create un bocconcino che lascerete cadere direttamente nell'acqua che bolle.


Man mano che vengono a galla tirateli fuori delicatamente con una palettina bucherellata, ed adagiateli nella terrina da forno scelta per la seconda cottura.

Una volta sistemati nella terrina versateci sopra il condimento ai funghi, girate delicatamente con un cucchiaio di legno in modo da far andare i funghi anche un po sotto.

Spolverizzate con del grana e se volete aggiungete un paio di sottilette sopra, infornate a 180 per 15 minuti (verificate poi in base al vostro forno) se avete usato il latte e vi sembra ancora tanto liquido usate la funzione ventilato.

Il risultato è come nella prima foto.

Buon appetito!

giovedì 26 marzo 2009

BISCOTTI ALL'UOVO...DI PASQUA

Altra ricetta per sfruttare il cioccolato che avanzerà dalla Pasqua.

INGREDIENTI:
  • 500g di farina;
  • 200g di zucchero;
  • 1 pizzico di sale;
  • 2 uova;
  • 200g di burro freddo;
  • 1 bustina di lievito da 16g;
  • latte;
  • 100g di cioccolato a pezzi (misto va benissimo)
  • 2 cucchiai di cacao amaro in polvere non zuccherato se volete il biscotto anche l'impasto al cioccolato (come nella foto fila centrale)

Mescolate la farina allo zucchero, setacciate ed aggiungete il lievito, aggiungete il pizzico di sale, aggiungete il cacao amaro se volete l'impasto scuro, (attenti ai grumini, se lo setacciate è meglio)incorporate le uova e il burro fatto precedentemente a tocchettini (freddo), lavorate bene fino ad ottenere un impasto liscio e omogeneo.

A parte preparate il cioccolato a pezzetti piccoli, anche misto va bene, un po al latte, un po fondente, o quello che avete a disposizione, anche se sono meno di 100g i biscotti verranno bene comunque!!!

incorporate i pezzetti di cioccolato e impastate ancora un po.

Preparate la placca da forno con della carta da forno, create delle palline con l'impasto, appoggiatele sulla carta e schiacciatele con le mani, disponetele non troppo vicine perchè lieviteranno un po

Preriscaldate il forno a 190° e infornate nelle parte media per 15-20 minuti. Lasciate raffreddare e .....

Buon appetito!

mercoledì 25 marzo 2009

CIAMBELLA DI PASQUA


Un'altra ricetta golosa da fare con il cioccolato avanzato delle uova di pasqua, potete utilizzarlo anche misto (fondente, al latte e bianco)



INGREDIENTI:



  • 200g di burro;

  • 200g di zucchero;

  • 4 uova;

  • 1 pizzico di sale;

  • 250g di farina bianca;

  • 100g di frumina;

  • 3 cucchiai di latte;

  • 1 bustina di lievito da 16g

  • 200g di cioccolato a pezzi;

  • 50g di pinoli;

Per la decorazione potete scegliere tra:



  • la copertura in cioccolato fuso (foto)in questo caso dovete aggiungere altri 150g di cioccolato e un pezzetto di burro;

  • lo zucchero a granella (lo vendono già pronto - tipo sopra colomba) con aggiunta di mandorle (facoltative).

Lasciare che il burro raggiunga la temperatura ambiente, a quel punto lavoratelo bene con lo zucchero, aggiungete una alla volta le uova e il pizzico di sale.

In un'altra terrina setacciare il lievito e unirlo alla farina, unire la frumina, aggiungete piano piano all'impasto e alternate l'aggiunta del latte, lavorate bene.

Quando l'impasto risulta omogeneo aggiungete il cioccolato precedentemente tritato e i pinoli.

Imburrate e infarinate uno stampo per ciambella da 24.

Se avete scelto la decorazione con zucchero a granella dovete metterla prima di infornare,quindi aggiungete anche le mandorle o in alternativa le codette colorate (zuccherini colorati).

Cuocere in forno caldo a 190° per 40-45 minuti (dipende sempre dal forno quindi controllate...!)

Se avete scelto la copertura in cioccolato:

quando il dolce si sarà raffreddato, sciogliete 150 g di cioccolato e 30 g di burro in un pentolino a bagnomaria, lasciate intiepidire e versate a cascata su tutta la ciambella aiutandovi con un pennello per dolci se lo avete o con una spatola sempre per dolci o ancora se non avete altro con un cucchiaio in acciaio.

Lasciate raffreddare prima di servire,

Buon appetito!

DOLCETTI AL CIOCCOLATO E CEREALI


La Pasqua si avvicina...e quanta cioccolata in arrivo! per tutti ma soprattuto per chi ha bambini a casa... vi darò qualche consiglio su come riutilizzare il cioccolato delle uova avanzate per poterlo gustare al meglio fino all'ultimo pezzetto!
DOLCETTI AL CIOCCOLATO (UOVA AVANZATE) E CEREALI
INGREDIENTI:
  • fiocchi di cereali( quelli della colazione) integrali o normali meglio se non zuccherati;
  • cioccolato avanzato dalle uova, fondente al latte o bianco, almeno 100g;
  • cestini di carta (potete farli anche con la carta da forno);
  • facoltativi e a piacere mandorle, nocciole, noci, pinoli.

le non sono scritte di proposito perché potete farne tanti quanti sono gli ingredienti che avete a disposizione.

Disponete i cestini aperti su un vassoio, oppure la carta da forno piegata in modo da formare dei cestini.

Inserite nei cestini un cucchiaio colmo di cereali, sopra adagiate la frutta secca a disposizione, meglio se fatta a pezzettini.

In un pentolino, a bagnomaria, sciogliete il cioccolato a disposizione finché sarà completamente liquido, lasciatelo raffreddare nel pentolino continuando a girare (è importante non versarlo bollente perché i cereali diventano molli!).

Quando sarà tiepido, versate il cioccolato sopra i cereali cercando di coprirli uniformemente.

Una volta ricoperti tutti, aspettate 30 minuti che siano freddi completamente e poi mettete il vassoio in frigorifero per almeno 2 ore.

Serviteli freddi o a temperatura ambiente.

Buon appetito!




lunedì 9 marzo 2009

PLUM CAKE GOLOSO AL CIOCCOLATO


Ideale per fare merenda, ottimo a colazione, il mio plum cake goloso con gocce di cioccolato!

Potete farne uno grande oppure distribuirlo nelle barchettine di carta o formine per dolci:


Ingredienti:

400 g di farina

200 g di zucchero

250 g di burro

150 ml di latte (1 bicchiere)

75 g di fecola di patate

4 uova

100 g di gocce di cioccolato ( potete sostituire con 100g di uvetta)

un pizzico di sale

1 bustina di levito vanigliato


Fate ammorbidire il burro tagliato a tocchettini, lavoratelo con lo zucchero fino ad ottenere una crema spumosa. Aggiungere un uovo alla volta continuando a lavorare con una frusta, aggiungere il pizzico di sale.

In un altro contenitore unite la farina la fecola il lievito e le gocce di cioccolato stemperando bene il tutto. Adesso potete unire il tutto aggiungendo anche il latte. Lavorate ancora qualche istante assicurandovi che non ci siano grumi.

Imburrate e infarinate lo stampo. Infornate nella parte bassa del forno per 60 minuti se è uno stampo unico grande mentre 20-25 minuti se sono stampini, (gli stampini vanno riempiti per metà) il tempo dipende anche dal tipo di forno, controllate sempre che il dolce sia ambrato in superficie.

Buon appetito

PIEDE ADDOTTO - VARO NEI BAMBINI



Quando 2 mesi fa dopo una visita dalla pediatra, a mia figlia (che aveva 8 mesi) è stato riscontrato che aveva il piedino destro un po curvo verso l'interno, chiamato piede addotto o piede varo, ero in panico perché non sapevo bene a che cosa sarei andata incontro.


Dopo una visita specialistica dall'ortopedico, che ha appunto riscontrato questo problema in addirittura entrambi i piedi; ci ha prescritto dei massaggini correttivi che le faccio io ad ogni cambio pannolino, in più abbiamo messo le scarpine correttive ortopediche BEBAX:

Il trattamento più avanzato per le malformazioni congenite del piede nella prima
infanzia. Bebax è una scarpina ortopedica realizzata per controllare l'avampiede
in relazione al retropiede rappresentando così la più grande innovazione nel
trattamento delle malformazioni congenite del piede nella prima infanzia
(metatarso varo, piede talo, piede talo valgo, piede varo, piede valgo,
ecc.) La separazione strumentale della parte anteriore e posteriore del
piede insieme allo snodo brevettato multidirezionale, consente di regolare la
posizione dell'avampiede su tre piani: verticale, orizzontale, obliquo...
Vantaggi: Facile da calzare e da togliere, consente
la manipolazione quotidiana del piede da parte della madre e del fisioterapista.
Il trattamento Bebax supera tutti gli altri metodi nella cura delle
malformazioni congenite del piede, è l'ideale sostituzione a prodotti
termoplastici e gessi ed è di più facile applicazione, a differenza di altri
metodi, non causa quadri ipotonici o ipotrofici perchè comodo e rimovibile, ed è
quindi ben tollerato.CONTINUA...

La scarpina non va acquistata!La passa la Regione!Durante la prima visita le misero delle scarpine che avevano li in ospedale, poi ci diedero un modulo che portammo in un negozio ortopedico, poi, quando ci consegnarono le scarpe, il modulo lo consegnammo all'ASL, ora siamo in attesa di riricevere il modulo a casa da parte appunto dell'ASL per poi riportarlo, una copia al negozio e una copia in ospedale. So che la trafila è un po assurda ma ne vale sicuramente la pena...visto anche quanto costano!!!

Le scarpine ce le hanno date subito all'ospedale ma immediatamente le abbiamo ordinate di un numero in più.

Il primo mese le ha messe di giorno e di notte, il miglioramento era evidente ...
poi il secondo mese solo di notte...ancora molto migliorati, oggi abbiamo fatto il 3° controllo; dovrà continuare ancora 3 settimane, solo di notte e solo con il piede destro, direi un ottimo risultato!!

sabato 7 marzo 2009

FESTA DELLA DONNA A MILANO

Un augurio sincero a tutte le donne!
Se siete di Milano e dintorni e volete festeggiare alla grande ma non avete ancora deciso, date un'occhiata qui....

Quest'anno Festa
della donna a Milano consiglia per l'otto Marzo 2009 il locale music restaurant
LIGHT di Corso Como
. Gran Royal Buffet, con una animazione e scenografia a
tema molto particolare ed originale che s'ispira a 2 noti film Full Monty e Eyes
Wide Shut ... humour strip, effetti speciali e dopo la festa... si ballerà fino
a tarda notte... Una festa dedicata alla donna, vero... ma anche l'uomo avrà la
sua parte.. nel locale. Infatti il Light sarà diviso in 2! Una metà dedicata
alle donne ed una metà dedicata all'uomo... e poi alle 22.00 tutti insieme ci
mischieremo facendo baldoria fino al mattino...Nel 2008 Festa della donna a
Milano ha partecipato alla festa della donna al Gioia 69. Grande successo
d'affluenza e di pubblico. Sicuramente anche quest'anno Festa della donna a
Milano vi regalerà una serata di sicuro successo e puro divertimento!!
Altre informazioni le potete trovare anche sulla pagina dedicata alla festa
della donna a Milano del portale di entertainment milanese Bystaff.it
CLICCA
QUI

Buon divertimento!!!!

INTOLLERANZE ALIMENTARI E CURA OMEOPATICA

Ma come può succedere...??diventare intollerante dopo la gravidanza, alle fragole, agli arachidi, alla mela, alle nocciole, insomma a un sacco di alimenti, incredibile ma vero! Incredibile per me che ho sempre mangiato tutto senza nessun problema, che son sempre stata golosa di fragole e frutta secca... forse è un segno divino per farmi dimagrire! ma...

Sono stata malissimo, mi è venuto uno sfogo in bocca, mi si è gonfiato il palato, la gola, la lingua, un prurito allucinante... Ho dovuto fare una cura con cortisone... oltre al fatto che ho dovuto smettere di allattare!
Dopo aver fatto il test con uno strumento ad ultrasuoni da uno specialista, il risultato è stato appunto che sono intollerante a diversi alimenti liberatori di istamina (frutta secca, ave, lenticchie, pomodori, fragole, caffè,alcol, cioccolato e derivati, molluschi, uovo) banditi anche gli alimenti ricchi di istamina(tonno, alici, sardine, salmone, frutti di mare, crostacei, formaggi fermentati, insaccati, crauti, vino,birra e altre bevande fermentate, dado, coca, kiwi, frutta esotica, alimenti in scatola)che per un bel po non potrò mangiare, comunque questa intolleranza mi è venuta dopo la gravidanza e dopo essermi informata ho scoperto di non essere la sola sfortunata!

Comunque per chi volesse capire qualcosa di più su queste intolleranze (ce ne sono un sacco di tipi!)o allergie può cliccare qui .
Appena sono stata male ho dovuto prendere del cortisone e spero di non doverlo più assumere perché è davvero pesante per il corpo e per la mente
Adesso sto facendo una cura omeopatica per questa intolleranza che spero tanto funzioni!..gocce, goccine, fiale, fialette... speriamo bene!
Comunque mi hanno consigliato di tenere sempre in casa dell'antistaminico e del cortisone per sicurezza. Intanto faccio la dieta...

venerdì 6 marzo 2009

Festa del papà , festa del papà!

Cosa farete per la festa del papà? Festa del papà, festa del papà .... C'è una guerra sul web a chi trova il regalo migliore, a chi pubblica il biglietto più bello ed originale, a chi trova la ricetta della torta più gustosa, a chi scova l'accessorio meno ovvio... insomma è sempre la festa del papà, San Giuseppe...

Ma secondo tutti voi:

  • che cosa vorrebbe un papà sinceramente? Che i suoi figli stiano bene... quindi diciamoglielo che stiamo bene...
  • Quale sarebbe il suo più grande desiderio? Che i suoi figli lo stimassero e prendessero esempio da lui...diciamo anche questo!
  • e come regalo? Non vogliamo mica presentarci a mani vuote? No, lui apprezzerà un biglietto scritto a mano, magari un biglietto stampato, da completare non copiato, non comprato, semplicemente scritto con il cuore, magari colorato dai più piccoli.

Stiamo perdendo i valori di sempre... non ci vuole tato per fare bella figura se è quella che vi interessa... io sono sicura che sarà più felice un papà che riceverà un biglietto scritto a mano con sentimento e amore dei propri figli che uno che riceverà il solito regalo...scontato!

Non si sbaglia di sicuro...fidatevi!

Vacanze con bambini da 0 a 1 anno


Anche quest'anno andiamo in vacanza a Riccione, città perfetta per tutti ma soprattutto per le famiglie con bambini ..di tutte le età!
Tutti gli alberghi sono organizzatissimi nell'accogliere i "piccoli" ospiti con formule create apposta per loro, dall'intrattenimento al baby menù oppure brodini e pappette per i più piccini.
Anche per mamma è papà lo svago è assicurato: negozi di tutte le griffe, sale giochi per i papà più giocherelloni (ma anche mamme...) ,sfiziosi snack bar dove gustare piadine per tutti i gusti.

Non dimentichiamo anche le zone pedonali e piste ciclabili che percorrono tutta la città permettendo piacevoli e lunghe passeggiate senza doversi preoccupare delle macchine...

E la spiaggia (anche se un po affollata nell'alta stagione) sempre pulita e di sabbia fine! Odio i sassi sotto i piedi!!!

Si lo so..il mare è quello che è, però ci permette anche di veder giocare i bambini sul bagnasciuga senza dover temere, l'acqua è talmente bassa...e resta bassa per un bel po di metri...

Io ci sono stata sia quando ero incinta 2 anni fa che l'anno scorso con la mia bimba di 4 mesi. Mi son trovata benissimo e ci ritorno!
W le vacanze...

GRAVIDANZA E AMICIZIE: COME CAMBIANO LE COSE!

Quando ero incinta nei primi mesi ero al centro dell'attenzione di tutti: "non affaticarti! riposati! vuoi un dolcetto? come ti senti?se hai bisogno siamo qui..." che bello dicevo!!!
Poi man mano che lievitavo le cose iniziarono a cambiare e mi ritrovai sola giorno dopo giorno...
..da quando è nata mia figlia le cose sono cambiate radicalmente, le amiche latitano per non dire che sono proprio sparite! E' vero che le strade si dividono e che non ci sono più gli interessi comuni di una volta però cavolo...!
Quello che penso è che anche a loro succederà di diventare madre prima o poi!!!...forse allora capiranno che non è facile essere sempre la prima ad alzare il telefono quando si ha da curare una bimba piccola, una casa, un lavoro, un marito (quando c'è...). Insomma si può leggere la mia delusione per aver scoperto compagne di "merende" amiche che credevo vere amiche.
Non tutto è marcio però, con altre invece si è stretto un rapporto speciale che prima non c'era, quasi tutte hanno figli, c'è una sorta di solidarietà tra madri, una comprensione, un capirsi senza troppe parole, chi è madre capirà ciò che intendo.
Un'altra scoperta sono state 2 amiche O. e A. che ho riscoperto con gioia immensa, loro mi sono state vicine (nei limiti dei loro impegni) sempre con entusiasmo e amore, mi hanno dato la forza in momenti davvero difficili, ad esempio quando ero incinta gli ultimi mesi e mio marito era in trasferta all'estero per settimane...oppure quando mi hanno aiutata ad organizzare il mio matrimonio-battesimo, davvero grandi!!!Non dimenticherò mai il loro sostegno!Grazie...
...Tornando al discorso...forse anche il fatto di non portare mia figlia al nido mi impedisce di fare nuove amicizie con mamme nella mia stessa condizione...anche questo è vero sicuramente!
Penso a quante mamme non hanno nessuno, per un consiglio, un confronto, un'amicizia sincera. Se vi fa piacere scrivermi io sono qui...
Un abbraccio a tutte le mamme

mercoledì 4 marzo 2009

GUADAGNARE CON INTERNET

Ho girato un po di siti che dicono: "guadagna con internet, pc, da casa, con email ..un bel po, una marea! Assurdi...quante promesse per guadagnare su internet.
Sembra che tutti credono di avere la formula magica per farti guadagnare soldi...si però prima devi pagare per farti dire come o per acquistare il fatidico pacchetto d'inizio o ancora la guida magica!certo che loro si difendono dicendo che un piccolo investimento con quello che guadagnerai in futuro non è niente..intanto secondo me sono loro i primi fessi che hanno pagato i famosi 30€ o più ..non posso pensare a quanta gente ingenua o disperata cade in questa rete di truffe! non cascateci!!!se siete arrivati qui è perché cercavate guadagno, io l'ho fatto apposta per darvi questo consiglio. Se fosse vero non ci sarebbe crisi e tutti farebbero così invece che alzarsi per andare a lavorare tutti i giorni!!!Tenetevi i vostri sodi in tasca!!!

CALENDARIO PER VERIFICARE I GIORNI FERTILI

Sapevate che esiste un calendario digitale per controllare l'ovulazione che indica i giorni fertili per provare a cercare un bebè? Si chiama Advanced Woman Calendar, è possibile scaricarne una prova gratuita per 30 giorni cliccando sul sito www.softorbits.com (inserendo in google il nome del programma potete scaricarlo anche da altri siti, purtroppo sempre per 30 giorni), andando nell'area Download e selezionando il programma in questione nella versione free 30 day, poi cliccate "salva". Il programma è in inglese ma ha un'interfaccia molto intuitiva.
Vi stupirete nel vedere quanti dettagli comprende, è chiaro che nella versione demo non è possibile sfruttare tutte le caratteristiche del programma ma già potrete rendervi conto di cosa è capace.
Sicuramente ci sono tantissime donne capaci di riconoscere la propria ovulazione con un semplice sguardo al calendario, per me non è così, non ci ho mai capito molto e questo strumento mi aiuterà sicuramente a capire senza "sudare" troppo quale sarà il giorno migliore per cercare un altro bebè.
Io l'ho provato così per curiosità, è semplicissimo! Per prima cosa dovete impostare con la massima precisione il primo giorno in cui vi è arrivato il ciclo mestruale; cliccando sul giorno, si aprirà una tendina dove selezionerete "set mestrual"; a questo punto appariranno tutte le caselle dei giorni in diversi colori in base al periodo "fertile" oppure no, ogni colore corrisponde ad uno stato corrispondente alla legenda che trovate sulla destra. Interessante anche l'indicatore per i giorni meno a rischio come anticoncezionale "naturale".

FINALMENTE MANGIA DAL BIBERON

Dopo 10 giorni che ho smesso di allattare mia figlia mangia dal biberon! E' stata dura considerando che è da quando avva 4 mesi che tento di farla bere dal "bibi" ma non ne ha mai voluto sapere, almeno per il latte perchè l'acqua la beveva la furba!!!!

Adesso beve 170-180 alla volta, un record per lei che se beveva 30-40 con il cucciaino era tanto!!!
Probabilmente aver tolto definitivmente il seno ha contribuito a farla decidere definitivamente che il latte era nel biberon e non più nella "ciuccia".

Ancora ci prova un po a cercare il latte da me...daltronde lo ha preso per 10 mesi e mezzo e non dev'essere semplice dimenticarselo!!!

Comunque adesso sono tranquilla, pensavo che non sarebbe mai arrivato questo momento....
E pensare che quuando le proponevo le giunte di latte al mio ho provato tutti i latti (latte di proseguimento 1 e 2 dopo 6 mesi) possibili...tutte le tettarelle immaginabili..niente...il problema non era quello!!!

Sicuramente cè una preferenza di tettarella, quando è latte con biscotti quella a un foro (no foro pappa)senza numerini(1,2,3). Quando è solo latte quella a 3 fori con numerini anche se poi beve un po dal 2 e un po dal 3.

Comunque tutto sempre a richiesta sua, quando ne ha voglia, chiaramente nei limiti, non 1 ora prima del pasto principale!! Però tipo alla sera lei non lo vuole prima di dormire ma lo vole versole 2 di notte poi al mattino alle 8... ancora un po di fatica ma per me va bene così...basta che mangi!!!

domenica 1 marzo 2009

Quanti chili in 9 mesi!


La mia gravidanza è stata un crescendo sotto tutti gli aspetti: forma, peso, dimensioni... tutto troppo!!

I primi mesi sono andati bene, avevo la nausea e quindi non riuscivo a mangiare quello che avrei voluto, in totale al quarto mese avevo messo su 1,5 kg, poi la nausea è passata ed è arrivata la fame!!! Fame di pasta, fame di pane, fame di dolci...fame di tutto!!! Il quinto mese ho messo su 1 kg ma il sesto mese 4 kg per il resto ho mangiato a dismisura e sono ingrassata 20 kg totali.

Si ero grossa ma ero contenta fino ad una settimana prima della scadenza perché sul mio magnifico pancione non c'era traccia di smagliature...appunto...non c'era...!!!

Premetto che ho sempre usato sul corpo e sul pancione l'olio di mandorle dolci e il burro di karitè 100% ma purtroppo non si può mai sapere come vanno le cose... mia figlia decide di nascere 10 giorni dopo la scadenza e in quei dieci giorni la mia pancia lievita ancora fino a riempirsi di smagliature pensavo di esplodere!!

Ora ho perso parecchi chili ma la pancia è ancora un disastro!!

Alla prossima gravidanza non devo superare 10 kg...

Consiglio a tutte le mamme in dolce attesa di resistere alle tentazioni degli ultimi mesi perché sono quelle che vi fregano!!almeno a me è capitato così!!!

sabato 28 febbraio 2009

GRANDE FRATELLO 9 Vanessa e Gianluca: il bacio inaspettato

Anche quest'anno al grande fratello si sono proprio impegnati a scegliere i concorrenti...! questa edizione mi sta un po sfuggendo perché non ho molto tempo! ma sono un'appassionata da sempre!
Ma l'assurdo triangolo Marco-Vanessa-Alberto, sembrava chiarito mi sembra...e invece ieri notte la Vanenessa mica dorme con Gianluca??Ok non è successo niente...abbracci e coccole ma la cosa non mi convince... per togliermi lo sfizio vado a vedere sul sito mediaset con i ritagli della giornata e cosa vedo?? Vanessa ha dato un bacio a Gianluca cliccate per vederlo!!! All'inizio pensavo che avesse dormito con Gianluca per ripicca a Marco... ma questo bacio??Si è un bacio a stampo ma....
Un po di leggerezza a fine giornata ogni tanto ci vuole davvero...
chissà come andrà a finire...

venerdì 27 febbraio 2009

SHAHTOOSH o Meches Californiane




...Effetto irresistibile della nuova tecnica di colorazione proposta da Aldo Coppola io li ho fatti dalla mia parrucchiera per il mio matrimonio, per capirci meglio, l'effetto e quello: "sono stata al mare 2 mesi e mi si sono schiariti i capelli...." bellissimi, naturali, lucidi.


Viene fatta una cotonatura a ciocche grosse che poi vengono decolorate a basso volume, poi viene fatto un hennè su tutta la testa, potete scegliere la tonalità che più vi piace... non vedo l'ora di rifarlo ancora... L'effetto èsolo sulla lunghezza e l cosa geniale è che non si vede la crescita, ottimo sostituto dei copi di sole!!!

INSERIRE UN CONTATORE di VISITE GRATIS NEL BLOG DI BLOGGER

Inserire gratis un contatore visite nel vostro blog o sito è semplicissimo!
Andate sul sito http://www.histats.com/ e seguite la procedura di "registrati subito in 1 minuto" inserendo il vostro indirizzo, create un nuovo account inserendo i dati richiesti. Scegliete l'interfaccia estetica che gradite...
Per vederlo ativo sul vostro blog dovete copiare la stringa del codice HTML con un seplice copia incolla ed inserirlo nella sezione LAYOUT -> ELEMENTI PAGINA -> "aggiungi gadget" -> "HTML/JavScript" -> inserite nel titolo il nome, "contatore" o come volete chiamarlo, nella finestra sotto incollate il contenuto copiato precedentemente, una volta salvato lo vedrete sulla vostra pagina.

mercoledì 25 febbraio 2009

Celebrare Matrimonio e Battesimo con un Rito unico


Mentre ero incinta , il mio fidanzato mia ha chiesto di sposarlo. Un’emozione grandissima, piangevo, ridevo, non mi sembrava vero, è stata davvero una sorpresa perché gravida al settimo mese sinceramente non ci pensavo lontanamente.
Ho pensato subito che sarebbe stato bellissimo fare una cerimonia combinata: Matrimonio e Battesimo. Avevo già sentito di qualche coppia che lo aveva fatto e tutti erano rimasti entusiasti. Non avevo dubbi, sarebbe stato un successo. Ho voluto aspettare che la mia bambina avesse almeno 6 mesi così ne ho approfittato per perdere qualche chilo e riprendere un po’ la linea che avevo da mesi dimenticato!
Dopo aver fatto il corso per fidanzati appresi che avrei dovuto scrivere personalmente il libretto della messa, nel nostro caso una doppia messa, ma più concentrata. Non è stato difficile, dal sito http://www.chiesadimilano.it ho realizzato direttamente il libretto personalizzandolo con le formule a me gradite e scegliendo dalle letture proposte , in più ho aggiunto una foto delle fedi in copertina indicando data e nomi degli sposi e una foto di mia figlia nella pagina dove cominciava il battesimo.
E’ stato indimenticabile, tutti abbiamo avuto tantissime emozioni, la bimba è stata bravissima. Tutti mi fecero i complimenti, e me li fanno ancora adesso quando parlando si capita sull’argomento, una vera soddisfazione.
Nella foto tra me e il prete si può cogliere uno stralcio dei fiori che ho scelto per l’occasione: bianchi, arancioni e rosa, con questi colori ho richiamato tutto; fiocchi sulla macchina, segna tavoli, mini bouquet per le panche della chiesa, palloncini davanti al sagrato, tovaglie al ristorante, fiocchetti delle bomboniere, insomma un po’ dappertutto, avendo avuto la fortuna e la capacità di organizzare tutto da sola ho avuto anche carta bianca nella scelta di tutti questi meravigliosi piccoli dettagli che fanno certamente la differenza nel secondo giorno più bello della mia vita.

Smettere di allattare

Ho smesso di allattare da 2 giorni, ho dovuto smettere... ho avuto una reazione allergica in bocca e quasi muoio... sto prendendo il cortisone e di conseguenza ho dovuto smettere di allattare, sono un po demoralizzata, mia figlia alla sera e di notte si dispera per 15 minuti rifiutando categoricamente il biberon, scalciando, poi alla mattina, affamata, lo accetta.
La notte son sola perché mio marito è all'estero e forse per questo la sofferenza si amplifica..
Certo che è strana la gravidanza... ora sono allergica alle fragole e chissà a cos'altro... prima ne mangiavo tantissime... ma... vedremo il test che dirà
...speriamo che la mia cucciola si dimentichi in fretta della sua ciuccia adorata...
..non avrei mai voluto smettere così da un giorno all'altro... ora mi consolo pensando solo che poteva andare anche peggio!

Come e quanto informarti mentre aspetti un bebè

Quando ero in attesa di mia figlia ero sempre alla ricerca di informazioni sulla gravidanza e sul parto, acquistavo tutti i giornali sull'argomento, molto interessanti si ma.... dopo qualche mese mi resi conto che parecchi articoli erano sempre gli stessi, addirittura identici da un giornale all'altro, magari uno era uscito un paio di mesi prima! Mi ritrovai con una pila infinita di giornali, la carta è comoda quando hai il pancione perché puoi accomodarti sul divano o nel letto e ti sfogli il tuo giornale! Comunque tutte queste informazioni mi facevano stare più tranquilla. Poi incominciai a guardare dei programmi sulla TV satellitare tipo "reparto maternità", "bimbi fatti in casa" ed altri... insomma in 9 mesi non so quanti parti ho visto, ogni volta piangevo per l'emozione (è vero a me la gravidanza mi ha resa più sensibile...ma anche adesso però...). Non vedevo l'ora che toccasse a me per sfoderare tutto il mio sapere...
Insomma quando è toccato a me, tutto quello che avevo letto e tutto quello che avevo visto non mi servì a nulla! Tutto andò come non mi aspettavo!
Allora adesso mio consiglio è:
"se volete leggere e informarvi fate bene ma sappiate che ogni gravidanza è un mondo a ... magari può anche andare come ve l'aspettate ma è meglio non farsi illusioni, almeno io non me ne farò quando sarò ancora incinta, comprerò sicuramente ancora 1 giornale al mese, solo uno però!"

martedì 24 febbraio 2009

winnie the pooh e tigro da colorare

magari per voi non è una novità ma sul sito http://www.coloratutto.it/ tantissimi disegni da stampare e colorare per i vostri bambini! Ci sono davvero tutti i personaggi.... TUTTO GRATIS

LA VERA PASTIERA NAPOLETANA

La pastiera napoletana di grano.
La Pasqua si avvicina, quale regalo migliore per i nostri cari, un bel dolce fatto in casa.
Una mia ricetta, tramandata, inimitabile, infallibile, buonissima!
Scegliete con cura gli ingredienti e seguite con attenzione i passaggi, avrete un risultato da pasticceria.

Questa pastiera è per 12 persone, o fate una grossa teglia (per torta) oppure ne fate 2.

Ingredienti per l'impasto interno:

  • 500 g di grano bollito (in barattolo già pronto è comodissimo e lo trovate in tutti i supermercati);
  • 100 g di latte;
  • 30 g di burro;
  • limone grattugiato;
  • 700 g di ricotta;
  • 600 g di zucchero;
  • 5 uova intere + 2 tuorli;
  • 1 bustina di vaniglia;
  • 1 fiala di fiori d'arancio (a piacere);
  • cannella (a piacere);
  • 10 g di cedro (solo se vi piace).

Ingredienti per la pasta frolla:

  • 500 g di farina;
  • 3 uova intere;
  • 200 g di zucchero;
  • 200 g di strutto.

Per decorare e completare il dolce 1 bustina di zucchero a velo vanigliato.

Preparazione:

Versare il grano in un tegame, aggiungendo 100 g di latte, 30 g di burro (o strutto), la buccia grattata di un limone (lavatelo bene prima). Riscaldate per circa 10 minuti mescolando spesso finché diventi crema.

Frullare a parte 700 g di ricotta, 600 g di zucchero, 5 uova intere e 2 tuorli, una bustina di vaniglia (a piacere fiala di fiori d'arancio, un pizzico di cannella e un cucchiaio di acqua). Frullare fino ad ottenere un impasto molto liscio. Aggiungere una grattata di limone, 10 g di cedro tagliato a dadi (facoltativo).

Prendete una ciotola capiente ed amalgamate questi 2 impasti mescolando bene con un cucchiaio di legno.

Preparate la pasta frolla con 500 g di farina, 3 uova intere, 200 g di zucchero, 200 g di strutto. Fate un impasto senza lavorarlo troppo.

Prendete un teglia e imburratela e infarinatela leggermente, oppure usate la carta da forno, foderate il fondo e i bordi con la pasta frolla, (ricordatevi di lasciarne da parte un pezzetto per decorarla sopra!) riempite con l'impasto di grano e decorate la pastiera con strisce di pasta frolla (tipo crostata o a piacere).

Scaldare il forno a 180 gradi quindi infornare a media altezza, per circa 45/50 minuti, la cottura dipende molto anche dal tipo di forno, verificate voi stesse finché la pastiera avrà preso un colore ambrato.

Quando è pronta spegnete il forno e attendete che l'impasto della pastiera si ritiri.

Quando si sarà raffreddata potete spolverizzare lo zucchero velato vanigliato.

domenica 22 febbraio 2009

MARITI IN TRASFERTA

Sono spesso da sola, come in questo momento, mio marito viaggia per lavoro, ora è in Vietnam, per 2 o 3 settimane di seguito! chissà quante mamme vivono questa mia situazione.
Tante le sento che si lamentano "...però lui a casa non fa niente..." intanto è a casa, anche per farti una litigatina o semplicemente per farti una chiacchierata nel lettone.... per avere una spalla su cui piangere la sera che non ce la fai più... e soprattuto per la mia piccola che ora che ha 10 mesi lo riconosce bene anche al telefono "babà paba" e poi fa gli indiani.... mi si spezza il cuore
So di non essere la sola in questa situazione, anzi, ce ne sono sicuramente di peggio, ho una carissima amica che ha sposato un soldato americano che è sempre in missione nei paesi dove C'è la guerra e lei è a casa con 2 gemelline tremende che tra poco faranno 2 anni, quando penso di crollare penso a lei e alle sue bimbe che non vedono in loro "dad" anche per tanti mesi....
Non ci scoraggiamo... w la vita

CHE INCUBO LE RAGADI AL SENO!

Il primo giorno con la mia bambina è stato meraviglioso, l'ho tenuta in braccio un sacco di ore e altrettante l'ho tenuta attaccata al seno... credevo di essere la numero uno!la piccola ciucciava a più non posso ed io ero felice, nessuno mi diceva niente..io continuavo...continuavo..era troppo un piacere...ma...l'incubo era dietro l'angolo!il giorno dopo iniziai ad accusare qualche fastidio..il terzo giorno ero già messa malissimo...avevo le ragadi...un male indescrivibile!
Mi facevano più male i seni che la ferita del cesareo...incredibile..e pensare che per nove mesi mi ero preparata in tutti i modi possibili...burro di karitè..olio di mandorle, leggeri massaggi con guanto di crine(che mi era stato condigliato anche dal ginecologo!!!poi ho saputo che non si deve fare perchè sensibilizza e toglie l'idratazione naturale della pelle)insomma credevo di avere i capezzoli a prova di squalo ma non è stato così... ero disperata, piangevo ad ogni poppata e contavo i minuti di quanto stava attaccata mia figlia per garantirle il pasto... ho iniziato da subito a cercare una soluzione, forse un po di sollievo l'ho avuta con dei dischetti in idrogel che si trovano in farmacia ma non sono stati quelli a farmele guarire..il sollievo del momento può anche ritardare la guarigione, tenendo umida la ferita si sente meno tirare ma si tira più per le lunghe, insomma per farla breve..ne sono uscita spremendo qualche goccia di latte sul capezzolo e facendoli asciugare all'aria...un male tremendo perchè sentivo la pelle tirare...dopo 2 giorni stavo decisamente meglio, forse avrei potuto farlo prima..ma come tutte sanno al primo figlio gli sbagli o semplicemente la malainformazione condiziona il nostro cammino... resistete se avete questo problema, io sto ancora allattanto mia figlia che ha 10 mesi, e anche se è un peso piuma ha avuto solo 2 raffreddori...

sabato 21 febbraio 2009

POLPETTE AL SUGO

Mitica ricetta sempre mia personale, comodissima perché vi permette di fare primo e secondo...con il sugo condite la pasta e con le polpette abbinandovi della verdura avrete un ottimo secondo...

ingredienti per 4-6 persone:

300 gr di trita per sugo (No scelta perché troppo magra)

1 uovo

5 cucchiai di pan grattato

mezzo spicchio di aglio tritato(facoltativo...)

un ciuffo di prezzemolo tritato

4 cucchiai di formaggio grattugiato

3 cucchiai di latte

sale pepe q.b.

mezza cipolla

1 bottiglia di passata o polpa a scelta (da 500 a 700 gr almeno) da diluire con 1 bicchiere d'acqua.



Per prima cosa preparate il sugo rosolando mezza cipolla tritata in 3 cucchiai di olio d'oliva, quando sarà dorata aggiungete il pomodoro (bottiglia o barattolo, se avete i pelati cercate di schiacciarli il più possibile con la forchetta o meglio se li passate un attimo con il mixer), salate e chiudete con un coperchio, lasciate la fiamma bassa e tenete a bollore...
In una ciotola mescolate la carne trita, mezzo aglio tritato, il latte, l'uovo(fate un po di spazio nella trita e sbattetelo un po con la forchetta e poi incorporatelo al resto)il formaggio grattugiato il pane grattugiato, un pizzico di sale pepe e il prezzemolo, all'inizio mescolate con la forchetta...poi lavatevi le mani e buon divertimento!!!schiacciate bene l'impasto tra le mani in modo che risulti ben omogeneo, sarà pronto quando non si riconoscerà più la trama della carne trita (se l'impasto è troppo molliccio e vedete che non riuscite a fare la polpetta potete aggiungere uno o 2 cucchiai di pan grattato)
Adesso avvicinatevi alla pentola del sugo, verificate che sia ancora abbastanza liquido, mentre ancora continua a bollire cominciate a fare le polpette rotolando una piccola parte di impasto tra le mani, (è importante che non ci siano grosse differenze di misura tra una e l'altra io personalmente amo farle piccole, soprattutto se a pranzo ci sono dei bimbi)e appoggiatele nel sugo, (verificate che il sugo copra tutta la polpetta! se no aggiungere dell'acqua finché non sarà completamente sommersa) continuate cercando di appoggiarle una di fianco all'altra in modo che non si sovrappongano, non giratele e non spostatele assolutamente, una volta messe nel sugo per almeno 10 minuti non dovete toccarle altrimenti si disferanno!!!
Passati 10 minuti potete girarle delicatamente con un cucchiaio di legno, fate cuocere per altri 15/20 minuti con coperchio a fiamma bassa, assaggiate il sugo per assicurarvi che sia giusto di sale, eventualmente correggete, io all'ultimo aggiungo anche un pizzico di zucchero e 4 aghi di rosmarino...gli danno un sapore inimitabile fidatevi!!!!
Buon appetito a tutti!!!!